Cosa fare se mio figlio balbetta?

cosa fare se mio figlio balbetta

Nei suoi primi anni di vita il bambino vive in un costante processo di conoscenza di sé stesso e del mondo circostante. Quello del bambino è un apprendimento fortemente mediato dalle emozioni proprie, ma soprattutto da quelle delle figure adulte, che rappresentano un essenziale punto di riferimento.

Il genitore, spesso inconsapevolmente, mette in atto una serie di comportamenti che possono alimentare nel bambino altrettanto inconsapevolmente una lenta e crescente consapevolezza delle proprie difficoltà. Spesso istintivamente capita che i genitori si sostituiscano al bambino ogni volta che lo vedono in difficoltà amplificando così il suo senso di inadeguatezza. La famiglia ha quindi un ruolo decisivo su come il bambino vivrà il proprio disturbo. Se si sentirà accettato dalla famiglia, con maggiori probabilità affronterà meglio gli ambienti in cui si esprime.

L’intervento precoce, come si evince da numerosi studi, produce benefici a vantaggio del bambino e della famiglia a vari livelli. L’intervento può riguardare solo il bambino, solo la famiglia o entrambi. La comunicazione con un soggetto balbuziente è negativamente influenzata dal tentativo del soggetto di nascondere il disturbo, dall’altro dal disagio dell’interlocutore che non sa come comportarsi e talvolta adotta comportamenti non adeguati, che finiscono con imbarazzi e frustrazioni.

Seguendo questi piccoli consigli andremo a dare un supporto domestico al bambino per la gestione delle proprie difficoltà, riducendo così lo stress intorno al disturbo.

  1. Rispettate i turni della conversazione, senza concludere al posto del bambino le frasi che lui stesso ha intenzione di pronunciare.
  2. Concedete il tempo necessario per esprimersi.
  3. Cercate di non dispensare consigli mentre sta parlando come ad esempio: “respira bene, non agitarti, pensa bene prima di parlare…”
  4. Provate a fare maggiore attenzione a modellare il discorso in modo lento e rilassato quando parlate con il vostro bambino
  5. Ascoltate attivamente il messaggio che il bambino sta cercando di comunicare trasmettendo, attraverso il vostro comportamento, interesse per ciò che dice.

Hai notato che tuo figlio balbetta? Non preoccuparti, scrivici e provvederemo a rispondere ad ogni tua domanda!

Letture consigliate:
neuropsichiatra infantile casalnuovo

Neuropsichiatra infantile

Da gennaio 2024, presso lo 𝙎𝙩𝙪𝙙𝙞𝙤 𝙇𝙤𝙜𝙤𝙥𝙚𝙙𝙞𝙘𝙤 𝙂𝙚𝙈𝙖 di Casalnuovo di Napoli sarà possibile effettuare 𝘃𝗶𝘀𝗶𝘁𝗲 𝗻𝗲𝘂𝗿𝗼𝗽𝘀𝗶𝗰𝗵𝗶𝗮𝘁𝗿𝗶𝗰𝗵𝗲 𝗶𝗻𝗳𝗮𝗻𝘁𝗶𝗹𝗶

DOVE SIAMO

CONTATTACI

Noi di Logopedia GeMa mettiamo sempre il massimo impegno in quel che facciamo.
Rivolgiti a noi, abbiamo sempre la soluzione giusta per te!

Copyright © 2022 - Studio Logopedico GeMa - P.iva 07798011214 - Tutti i diritti sono riservati