Giornata Mondiale della Prematurità: 17 novembre 2022

Il 17 novembre è la giornata mondiale delle Prematurità, istituita nel 2008 e in seguito riconosciuta dal Parlamento Europeo mediante l’impegno della “European Foundation for the Care of Newborn Infants” (EFCNI).

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), ogni anno circa 15 milioni di neonati nel pianeta nascono pretermine (con 3 settimane di anticipo). Ciò significa che nel mondo 1 bambino su 10 nasce prematuro, cioè prima della 37ª settimana di gestazione. Sono quasi 100 al giorno. In Italia sono circa 35.000 all’anno, ovvero il 7% delle nascite.
Le complicazioni delle nascite pretermine sono molte e sono potenzialmente tra le principali cause di morte nei bambini sotto i cinque anni. Inoltre, tutti i piccoli prematuri richiedono cure mediche immediate e significative e ciò pone sfide inaspettate – emotive e finanziarie – ai loro genitori e al sistema familiare.

Lo slogan della “Giornata” di questo 2022 è “ L’abbraccio di un genitore: una terapia potente ”.

Si definisce parto prematuro un parto avvenuto tra la 22a e la 37a settimana intera di gestazione (o un neonato nato tra la 37a e la 42a settimana). Gravi problemi di adattamento alla vita extrauterina possono derivare da uno sviluppo incompleto di organi e apparati. I neonati più prematuri sono soggetti a un rischio notevolmente maggiore di problemi, inclusi problemi di sviluppo.

Infatti, nonostante i significativi progressi nei tassi di sopravvivenza, i neonati pretermine affrontano spesso una vita di disabilità dello sviluppo neurologico, inclusi disturbi cognitivi, comportamentali e motori. In alcuni casi si corre il rischio di sviluppare problemi neuro-cognitivi generalmente durante il periodo scolastico. Le difficoltà possono essere riferite all’area visuo-motoria, del linguaggio, delle funzioni esecutive e dell’apprendimento.

Le cause di parto prematuro sono spesso sconosciute. Tuttavia, esistono molti fattori di rischio noti di parto prematuro. Le adolescenti e le donne meno giovani, le donne di basso stato socio-economico e le donne con un basso livello di istruzione formale sono a maggior rischio di parto prematuro.

I principali fattori di rischio rispetto ad una gravidanza precedente sono:

  • Precedenti parti prematuri (il principale fattore di rischio)
  • Gravidanze plurime precedenti
  • Precedenti aborti indotti o aborti spontanei multipli

Il 2010 ha visto il riconoscimento della “Carta dei diritti del bambino nato prematuro ” da parte del Senato. Il Premature Birth Rights for Children Act è un passo significativo per garantire che le istituzioni riconoscano i diritti inalienabili di un bambino che è nato pretermine e che come tale richiede cure e attenzioni.

Letture consigliate:
neuropsichiatra infantile casalnuovo

Neuropsichiatra infantile

Da gennaio 2024, presso lo 𝙎𝙩𝙪𝙙𝙞𝙤 𝙇𝙤𝙜𝙤𝙥𝙚𝙙𝙞𝙘𝙤 𝙂𝙚𝙈𝙖 di Casalnuovo di Napoli sarà possibile effettuare 𝘃𝗶𝘀𝗶𝘁𝗲 𝗻𝗲𝘂𝗿𝗼𝗽𝘀𝗶𝗰𝗵𝗶𝗮𝘁𝗿𝗶𝗰𝗵𝗲 𝗶𝗻𝗳𝗮𝗻𝘁𝗶𝗹𝗶

Dove siamo

CONTATTACI

Noi di Logopedia GeMa mettiamo sempre il massimo impegno in quel che facciamo.
Rivolgiti a noi, abbiamo sempre la soluzione giusta per te!

Copyright © 2022 - Studio Logopedico GeMa - P.iva 07798011214 - Tutti i diritti sono riservati